Search:
Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia - Comitato Udine | Giorno del Ricordo 2020 a Tolmezzo con l’ANVGD e Fornasaro
20072
post-template-default,single,single-post,postid-20072,single-format-standard,edgt-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,hudson-ver-2.2, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,transparent_content,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

Giorno del Ricordo 2020 a Tolmezzo con l’ANVGD e Fornasaro

Ott 25 2020

Giorno del Ricordo 2020 a Tolmezzo con l’ANVGD e Fornasaro

Come da tradizione anche in Carnia, a Tolmezzo (UD), si è svolta la celebrazione del Giorno del Ricordo con i dirigenti dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD), Comitato Provinciale di Udine. Lunedì 10 febbraio 2020, alle ore 17.30 c’è stata la deposizione di una corona d’alloro presso il Monumento dedicato alle Vittime delle Foibe ed Esuli di Istria, Fiume, Dalmazia e Alto Isonzo, presso l’Area esterna al parcheggio coperto di via Percoto.

La copertina del libro

Poi nel pomeriggio alle ore 18.00 il pubblico ha assistito alla presentazione del libro “Gli Appunti di Stipe”, di Franco Fornasaro, presso la Biblioteca Civica “A. Pittoni”. Sergio Cuzzi, Presidente dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, ha dialogato con l’autore Franco Fornasaro, di origine istriana. Il libro tratta di “un viaggio attraverso la storia dell’Adriatico orientale dall’irredentismo a oggi, nel desiderio di comprenderne le complesse vicende con spirito di pace”.

Il volume è in versione italiana e croata, dal 2017. La prima edizione del testo, a cura dell’ANVGD di Udine, è del 2015, quando l’allora presidente dell’ANVGD di Udine, l’ingegnere Silvio Cattalini, esule da Zara, sollecitò il dottor Fornasaro a scrivere un testo che comprendesse le sue originali e seguite lezioni alla Università della Terza Età, con cui l’ANVGD collabora da più di un lustro.

La trama – Protagonisti del romanzo Matteo, giovane ricercatore universitario, e Giuliano Giuliani, vecchio docente in pensione, grande esperto e dotato di “un corredo mastodontico di ricerche” sui temi della questione adriatica e dell’esodo giuliano dalmata. “Stipe è un acronimo vezzeggiativo – ha detto Franco Fornasaro – del nome Stephan (Stefano in serbo croato). Nato su ispirazione di Silvio Cattalini, che gli disse: “Scrivi! Ti racconterò della mia Zara e di tante altre cose, della mia vita, della famiglia, di fatti successi in questa nostra difficile vicenda di esuli, di gente che vorrebbe ritornare in vario modo, che si porta sulle spalle la storia”.

Franco Fornasaro è farmacista e giornalista pubblicista. Ha scritto una quindicina di libri, tra i quali Incontro (1984), Quale Terra? (1988), Fine Stagione (1992), Etnie senza frontiere (1996), Frammenti di una lezione (1998), Sulle orme del cavaliere (2007), La Medicina del Longobardi (2008). Del 2011 è l’antologia Novecento Adriatico, formata da due volumi, che racchiudono sul piano letterario e saggistico molte delle vicende terribili e drammatiche che hanno caratterizzato in un crescendo di angosce e di ingiustizie il Secolo breve. Del 2013 è L’Istria di Gino un romanzo edito anche nella traduzione croata (Gino, evo Jadrana!). Ha vinto numerosi premi letterari. Suoi scritti si trovano in alcune antologie e altri, anche poetici, fanno parte di spettacoli teatrali. Annovera quasi duecento pubblicazioni scientifiche. Ha tenuto per quindici anni una rubrica fissa per il vasto pubblico nella trasmissione radiofonica Vita nei Campi in onda la domenica su RAI3.

Servizio giornalistico e di Networking a cura di Tulia Hannah Tiervo, Sebastiano Pio Zucchiatti. Copertina: Franco Fornasaro in una foto d’archivio. Fotografie da collezioni private citate nell’articolo e dall’archivio dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD), Comitato Provinciale di Udine, che ha la sua sede in Vicolo Sillio, 5 – 33100 Udine. Telefono e fax 0432.506203 – orario: da lunedì a venerdì  ore 9,30-12,30. Presidente dell’ANVGD di Udine è Bruna Zuccolin.

0 Comments
Share Post
varutti
alessandra@artmediadesign.it
No Comments

Post a Comment